Abbronzatura: istruzioni per l'uso


di Redazione Eurosalus
17 Luglio 2012

Il momento è arrivato. Finalmente comodi su una sdraio o un lettino da spiaggia, ma anche su un prato in alta montagna o immersi nella dolcezza dei colli, ci dedichiamo alla tintarella. Sentiamo di averne bisogno, per rigenerarci e per colorire la pelle che l'inverno ha impallidito; vederci più “neri” ci fa star meglio, e ci trasmette un benessere che va oltre quello effettivo del prendere il sole (a partire, per esempio, dall'attivazione della vitamina D).

Ma con il sole – che è fuoco, dopotutto – non si scherza. L'esposizione eccessiva e priva di precauzioni determina danni importanti capaci di trasformare l'abbronzatura da attività piacevole in una malattia. E infatti, Eurosalus ne analizza gli aspetti più importanti proprio nel suo archivio di Sintomi & Malattie, concentrandosi non solo sull'aspetto preventivo ma anche su come gestirla al meglio attraverso l'alimentazione, l'utilizzo di oligoelementi e, in generale, sul miglior trattamento della pelle prima, durante e dopo l'esposizione solare.

Un ventaglio di suggerimenti e indicazioni che si possono approfondire, quindi, alla voce Abbronzatura del nostro archivio.