Semi olesi: integratori perfetti per lo sport


di Michela Carola Speciani
01 Giugno 2018

conejota / 123RF Archivio Fotografico

Gli effetti positivi per cui i semi oleosi (o “frutta secca”) sono celebri sono tantissimi, e la loro fama di alimento sano e di supporto anche per chi vuole dimagrire è più che meritata.

Non sono d'altra parte molti a sapere che i semi oleosi, per le loro caratteristiche nutrizionali, sono una vera manna dal cielo di funzionalità anche per gli sportivi.

Qui di seguito, alcune delle caratteristiche che li rendono un alleato fidato anche per chi si allena.

Sono un'ottima fonte di proteine. Nocciole, mandorle, pistacchi, pinoli...  ne contengono circa il 20% del peso: lo stesso quantitativo della carne! Certo, si tratta di proteine con un valore biologico differente da quelle di origine animale, ma che possono comunque essere di supporto (insieme a quelle di altro genere) al raggiungimento del proprio fabbisogno, nel rispetto anche di una più ampia variabilità alimentare.

Hanno un ottima attività antiossidante. Sarà il contenuto di vitamine, grassi buoni o di altri composti antiossidanti, ma l'attività positiva dei semi sui marker infiammatori è riportata. Il controllo dell'ossidazione nell'atleta, d'altra parte, sembrerebbe associato a un recupero muscolare più rapido nel post allenamento e a un minor rischio di infortuni, oltre che al benessere complessivo dell'interessato.

Contengono abbondanti magnesio e potassio. Magnesio e potassio sono due sali minerali la cui regolazione è importante quando si parla di attività fisica e lavoro muscolare. Il potassio viene perso con il sudore e, soprattutto con l'arrivo del caldo, per chi fa sport, aiutarsi a mantenere livelli adeguati di minerale è utile. I pistacchi, ad esempio, contengono circa tra volte il potassio presente nelle banane. Anche il magnesio è importantissimo, tra le altre cose, per il funzionamento dei muscoli e dei nervi. Anacardi, sesamo e mandorle sono tra gli alimenti che ne contengono di più in assoluto.

Sono comodi alla follia. Gli shaker di proteine sono spesso salvifici, ma un sacchetto di mandorle o nocciole è decisamente più semplice da gestire, non solo nello spogliatoio della palestra, ma anche all'occorrenza (ad esempio) in ufficio o sull'autobus, per avere sempre una scorta di comode, gustose e sane proteine a portata di mano.

Bibliografia essenziale